Gli interventi di "Riforme istituzionali"

N 81 - 13/02/97
Francesco Paolo Forti

Referendum propositivo (80)

Franco Ragusa wrote:
>Ma allora, perche' non proporre una forma di Referendum propositivo "vero",
> dove la gente sa fino in fondo di che morte morira', piuttosto che uno finto?
> Troppo forti!

Perfettamente vero! In fin dei conti il referendum abrogativo non e' il massimo in fatto di democrazia e comporta un mucchio di problemi giuridici incredibili.

Dare ai cittadini lo strumento del referendum propositivo e' invece un atto di fiducia nei loro confronti.

Un referendum propositivo potrebbe essere previsto in questi due modi:

1) Un comitato presenta un testo perfettamente articolato, assieme alle firme necessarie per legge.
2) Un comitato presenta una proposta non articolata e chiede al parlamento di trasformarla in un testo di legge.

Superato un esame di costituzionalita' si potrebbe procedere con una approvazione del legislativo. Se fosse bocciata si passerebbe al voto popolare. Se il legislativo la approva si va al referendum solo se qualcuno nel paese si oppone e chiede un voto popolare, previa raccolta del numero di firme necessarie per legge.

Questo presuppone che per ogni legge si possa chiedere il pronunciamento popolare tramite referendum. La legge in questo caso viene approvata solo dopo l'esito referendario e e non ci sono vuoti legislativi.

Non porrei particolari limiti sulle materie soggette a referendum.

Inutile dire che in coda a qualsiasi articolato propositivo ci puo' essere il solito articolo che abroga le disposizioni contrarie oppure elenca esplicitamente le leggi e gli articoli da abrogare. In questo modo anche la funzionalita' abrogativa viene mantenuta, inserita pero' in un contesto in cui la norma positiva e' chiaramente esplicitata.

Questo e' veramente difficile da attuare in un sistema centralizzato come quello Italiano (saremmo sempre alle urne) ma forse oggi non avremmo quell'incredibile ginepraio di 150'000 leggi che invece ci ritroviamo.

In un sistema federale, dove le competenze centrali sono ridotte e conseguentemente anche la produzione legislativa e' bassa, e' invece assolutamente necessario e fattibile.

Saluti a tutti,

Francesco Forti
Svizzera Italiana

Sito di documentazione sul federalismo:
http://rost.trevano.ch/~forti/


Intervento successivo

Intervento precedente


Indice Interventi

Indice Interventi (solo testo)